Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Siracusa, 15 luglio 2014 – In uno dei luoghi più ricchi e di vissuto fascino come il quartiere la Graziella di Siracusa in Ortigia, sarà portato in scena il 17 Luglio alle ore 21,00 lo spettacolo teatrale multimediale “Per non dimenticare Pier Paolo Pasolini” di e con Agostino De Angelis, in occasione del progetto nazionale “Borghi e Borgate – luoghi e memorie della storia” ideato dallo stesso e promosso dal Comune di Siracusa Assessorato alla Cultura e organizzato dalle Associazioni Extramoenia e ArchéoTheatron. 

Il progetto è nato con la finalità di ridare luce e ribalta a quei luoghi che conservano i ricordi storici e il patrimonio popolare, talvolta dimenticato, delle nostre città. 

La Graziella con la sua bellezza culturale e architettonica, custodisce al suo interno storie e tradizioni. Portare in scena Pasolini in tale luogo è come far rivivere l’intellettuale, il regista, il poeta e giornalista, che con una straordinaria e premonitrice visione del mondo, ha saputo disegnare e poi colorare una tela che descrive l’Italia di ieri, oggi e di domani.

I “ragazzi di vita” sregolati e violenti ma anche genuini e istintivi, la società appiattita e canonizzata dal progresso tecnologico e la difesa del nostro patrimonio storico – culturale – archeologico, saranno alcuni dei temi che Pasolini raccontandosi ci racconterà, attraverso interviste inedite, le voci degli attori Deborah Lentini e Agostino De Angelis, le note dei musicisti Valerio Massaro e Graziano Grancagnolo che riecheggeranno per i vicoli, movimenti coreografici di Rita Gurrieri e tele di scena di Cetty Midolo.

A cornice dell’evento e con l’intento di valorizzare svariate forme d’arte, esposizioni di artigianato a cura dell’Ass.ne Artigianando, un percorso pittorico lungo le vie della Graziella di Fiori d’Amore di Laura Alessi e Art Gallery Ortigia, a fine serata degustazione di prodotti tipici e sapori senza tempo offerti da Carbé, Cantine Monterosso e Sicil Sapori. Ingresso libero.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.