Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Stagione di prosa 2014-2015 alla Sala Teatro Accademia della Bellezza. Primo appuntamento della compagnia “Teatro Utopia” diretta da Giorgio Sparacino

 

Ragusa, 6 dicembre 2014 – Sabato 13 (ore 21.00) e domenica 14 dicembre 2014 (ore 18.30), presso la Sala Teatro Accademia della Bellezza (Via Asia 1, Ragusa), la compagnia teatrale Utopia metterà in scena “Assurdamente” da Achille Campanile, per la regia di Giorgio Sparacino. 

La rappresentazione rientra nell’ambito della stagione di prosa 2014-2015 “Invito a Teatro”, un’iniziativa resa possibile grazie alla sinergica collaborazione con Federazione Italiana Teatro Amatori, Regione Siciliana, Centro Studi “Feliciano Rossitto”, Accademia della Bellezza (Scuola di formazione professionale), Associazione Leader, che hanno manifestato interesse a coltivare un progetto teatrale ad ampio respiro.

 

A quasi quarant’anni dalla scomparsa di Achille Campanile,  scrittore,  giornalista e  drammaturgo  italiano, celebre per il suo umorismo surreale e i  giochi di parole, il Teatro Utopia (Compagnia stabile degli iblei) propone uno spettacolo-collage dei suoi testi più noti, che ancora oggi non cessano di stupire e di divertire.

“Si tratta di una proposta – dice il regista Giorgio Sparacino – che vuole coniugare l’offerta di un vero e proprio divertissement, dagli effetti a tratti esilaranti, con l’impegno alla riflessione e all’arricchimento culturale, capitale inalienabile legato alla ricchezza e ai contenuti del testo, che è poi letteratura autentica”.

 

Il teatro e la narrativa di Campanile hanno tracciato un profondo solco nella cultura italiana. Il “teatro dell’assurdo”, con i suoi massimi esponenti (Adamov, Ionesco e Beckett) deve molto a Campanile il cui stile, inconfondibile al primo assaggio, si compone di una prosa curata, precisa, contraddistinta da una costante (ma sottintesa) ricerca di impeccabilità linguistica. Tale peculiarità lo ha reso capace di allestire spettacoli della  logica che, richiamando effetti tipici pirandelliani, “ridicolizzano la più istintiva delle convenzioni sociali, la  parola, ed attraverso questa le convenzioni stesse”.

 

Per il Teatro Utopia, dunque, ancora una scelta impegnativa, che è anche una nuova scommessa con il pubblico che vedrà sul palcoscenico Marco e Pippo Antoci, Federica e Monica Bisceglia, Ornella Cappello, Giorgio Gurrieri, Natalina Lotta e lo stesso Giorgio Sparacino che curerà anche la regia. La scena è di Bernd Leuchtenberger, mentre luci e fonica sono stati affidati a Davide Criscione. Trucco e parrucco sono curati da Antonio Pluchino.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.