Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Palazzolo Acreide, 2 febbraio 2015  – Tre gol “senza aver mai giocato una partita intera” e la voglia di continuare a stupire e a fare grandi cose con la maglia della sua città: anche se è “tornato” a Palazzolo in un momento che, per i gialloverdi, non era di certo dei più facili, l’attaccante Lorenzo Gennarini sta già facendo vedere di che pasta è fatto, e, dopo aver rotto gli indugi (un gol all’esordio nella gara con il Comiso), nelle ultime due gare ha segnato due reti davvero “pesanti”, che hanno consentito al Palazzolo di vincere prima a Pachino, e poi, sabato scorso, nella gara interna con il Belvedere. 

“Sono due vittorie molto importanti, soprattutto quella di sabato, che ci danno la possibilità di continuare a sperare in un buon piazzamento in ottica play-off, - ha spiegato l’attaccante classe 1995 – stiamo lavorando bene e la squadra, nonostante le assenze e con molti juniores in campo, ha fatto ancora una volta tutto il possibile riuscendo a portare a casa i tre punti. Personalmente, così come qualsiasi altro giocatore, - ha aggiunto Gennarini – vorrei sempre scendere in campo per dare il mio contributo, ma sappiamo che a decidere è l’allenatore e che le scelte tecniche non si discutono. Anche sabato scorso, entrando nel secondo tempo, ho fatto il massimo e sono riuscito a segnare. Spero, quindi, di poter giocare un po’ di più e di continuare a fare bene. Ci attedono delle gare difficili, già a partire da quella con il Macchitella, - conclude - ma ci stiamo preparando nel migliore dei modi perché sappiamo che il finale di stagione per noi sarà decisivo”. 

La squadra tornerà ad allenarsi oggi agli ordini del tecnico Massimo Attardo per preparare la trasferta gelese; l’obiettivo primario (considerando il rientro dalla squalifica del terzino Marco Saraceno) è quello di recuperare almeno qualcuno dei tanti infortunati di quest’ultimo periodo, su tutti i centrocampisti Quarto e Linares.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.