Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Palazzolo Acreide, 31 maggio 2016 – Tantissimi sono gli ospiti d’eccezione che, venerdì, daranno il benvenuto ai giovani calciatori impegnati nel settimo torneo “Valle degli Iblei – Città di Palazzolo Acreide”, da Totò Schillaci a Peppe Mascara passando per il giovane portiere Giuseppe Ficara fino al tecnico del Siracusa Andrea Sottil, all’ex allenatore del Palazzolo Gaspare Cacciola e a Pino Rigoli. 

Saranno loro, insieme a tanti ex giocatori del Palazzolo come Carlo Roccasalva, Germano Salonia, Maurizio Cappellani, Santo Scibetta, Sebastiano Rizza, Angelo Toscano, Calogero La Vaccara, Massimo Gennarini e Gabriele Ferla (a cui si aggiungeranno il “patron” della società iblea Graziano Cutrufo ed il responsabile dell’area tecnica del Siracusa Antonello Laneri), a dar vita ad una gara d’altri tempi che inaugurerà il torneo a cui, quest’anno, parteciperanno ben 36 squadre. 

Ad aprire le danze, però, dalle 16, sarà l’esibizione delle ragazze del “Too much club”. Poi spazio al calcio giocato, con l’attesissima amichevole delle “vecchie glorie” e, quindi, con le prime partite a cominciare da quelle dei “Pulcini”. Quella che si preannuncia come un’edizione da record del tradizionale torneo in programma ogni anno sul sintetico dello “Scrofani Salustro” ha fatto registrare l’iscrizione di ben trentasei squadre che sono state suddivise in quattro categorie, Esordienti (2003-2004), Pulcini primo anno (2007), Pulcini misti (2005, 2006 e 2007) e Piccoli amici (2008, 2009 e 2010). 

I responsabili ed i tecnici del settore giovanile del Palazzolo Peppe Matarazzo, Nello Velasco, Marco Lanza, Sebastiano Di Domenico, Salvo Garfì, Seby Genovese, Corrado Ferlisi e Vincenzo Genovese, da tempo impegnati nell’organizzazione dell’evento, stanno facendo le cose in grande grazie anche all’immancabile sostegno del direttore generale Gigi Calabrese e del patron Graziano Cutrufo, sempre in prima linea quando si tratta di dar vita a degli eventi riservati al settore giovanile. “L’obiettivo, oltre che far crescere i nostri ragazzi, - ha tenuto a sottolineare Cutrufo - non può che essere quello di farli star bene qui a Palazzolo e di divertirsi. A contatto con tanti ex campioni, poi, - ha aggiunto - per tutti questa sarà una vera e propria festa”.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.