fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 21 dicembre 2015 – Ragusa sarà l’unica tappa siciliana del concerto-racconto di Mogol, il grande autore italiano che ha scritto e musicato le più belle canzoni della storia della musica italiana. 

Appuntamento questo mercoledì sera 23 dicembre alle ore 21,30 al teatro tenda di Ragusa per quello che, tra storia, musica e parole, si preannuncia come lo spettacolo di Natale più atteso, e del resto allegre, frizzanti, tristi o malinconiche, le canzoni più belle di sempre, scritte appunto da Mogol e interpretate dai cantanti più famosi, hanno accompagnato le nostre vite, come i nostri stati d’animo. Ragusa dunque ospita l’artista che ha dato vita a brani che ci hanno accompagnato nella quotidianità, regalandoci emozioni indelebili. Sul palco, insieme a Mogol, ci saranno il maestro Giuseppe Gioni Barbera al pianoforte e il cantautore Ugo Mazzei alla chitarra e alla voce. 

Lo spettacolo, con inizio alle ore 21.30, è promosso da Lumia Event e da Ideoloy con il patrocinio del Comune di Ragusa e con la collaborazione dell’associazione Ragusani nel Mondo. 

È contento di tornare in Sicilia, dice Giulio Rapetti Mogol a poche ore di distanza dallo spettacolo di mercoledì a Ragusa: “La Sicilia è stupenda, straordinaria, è una delle regioni d’Italia più belle, ha gente accogliente e fantastica e tornarci sicuramente mi fa sempre molto piacere. E’ una terra che ispira e dunque è sempre bello tornare. Faremo uno spettacolo che racconterà molto della mia carriera, fin dagli esordi, a partire dalle prime canzoni che ho scritto per i cantanti con cui ho collaborato. 

Sul palco insieme a me ci sono due artisti straordinari. Gioni Barbera è davvero un pianista bravissimo. Tra l’altro è siciliano. Vent’anni fa è venuto nella nostra scuola dove si è formato e dove si sono formati tanti bravi artisti. È un artista straordinario e sorprenderà piacevolmente il pubblico. Molto bravo anche Mazzei con cui avremo modo di approfondire alcune canzoni tra le più conosciute”. 

Mogol è stato l’autore di brani poi portati al successo da grand interpreti della musica italiana, a partire da Lucio Battisti, con cui si creò un sodalizio indimenticabile, ed ancora per Mina, Caterina Caselli, Dik Dik, Equipe 84, Fausto Leali, Bobby Solo, Little Tony fino alla più recente collaborazione con Eros Ramazzotti.

Pietra miliare della musica italiana, Mogol ha davvero entusiasmato tante generazioni di italiani e non solo, che nelle sue canzoni si sono ritrovati ed innamorati. E proprio dietro le continue ed importanti collaborazioni con le case discografiche e i cantanti più famosi, si celano aneddoti e vicende che Mogol promette di raccontare anche sul palco di Ragusa: “Certamente sarà così anche se non faccio alcuna anticipazione. Ma avrò modo di raccontare le mie personali esperienze artistiche che inevitabilmente si intrecciano con quelle degli interpreti con cui ho collaborato”. 

Nel frattempo, con Gioni Barbera e Mattei, ci sarà modo di ascoltare le canzoni che vanno dritte al cuore e forse anche all’anima. Oltre al Comune, a supportare l’evento ci sono vari partner come i main sponsor Banca Agricola Popolare di Ragusa e Despar e gli sponsor Cora Banche, Citroen Cappello, Olivo, Domus Aurea, Medi Point, Wikiweb, A Casa di Grazia, Rocket Punch Lab. 

 

Info e prevendite ai numeri 3283864848 e 3921560313.

 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry