fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 13 maggio 2019 – Sabato sera al teatro Marcello Perracchio di Ragusa è stato portato in scena “Concetto al buio”, per la regia di Guglielmo Ferro e la partecipazione di Giovanni Arezzo, Agostino Zumbo e Francesco Maria Attardi.

Il testo è tratto dal romanzo omonimo scritto dal drammaturgo palermitano Rosario Palazzolo e tratta temi scottanti e forti, tra cui il tema della ricerca della verità che è stato il leitmotiv di tutto lo spettacolo.

“Concetto al buio” è la storia di un adolescente, la cui vita passa inesorabilmente nella sua stanza. L’unico ponte con il mondo esterno è un piccolo quaderno rosso. Ad averlo scritto è Concetto Acquaviva, interpretato dal talentuoso attore ragusano Giovanni Arezzo. In questo quaderno il protagonista scrive tutto ciò che è accaduto nella sua vita, come una specie di diario segreto, narrando anche le due grandi tragedie della sua esistenza. E, come in un film di magia, tutti i personaggi descritti all’interno del diario segreto prendono vita e si animano. In questo modo, alcune figure importanti per il protagonista, come la madre, il fratello, il prete della parrocchia e il dottore, riempiono di voci e di pensieri le giornate dell’adolescente.

Quello che ne viene fuori è una storia torbida, fatta di ipocrisie, abusi e verità nascoste, filtrate dallo sguardo curioso, ingenuo e puro del protagonista.

“E’ sempre interessante interpretare un bambino”, il commento di Giovanni Arezzo, attore ragusano, diplomato all’Accademia di Arte Drammatica di Roma. “Mettersi nei panni di un ragazzino adolescente è come ritornare indietro nel tempo, in cui si guarda il mondo con purezza e sincerità. Uno sguardo che dovrebbe rimanere così nel tempo, ma nella realtà purtroppo non accade, in quanto la vita e tutte le sue sfaccettature portano a cambiare sguardo.” 

Lucia Nativo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Promozionale

Il Museo del PradoLa corte delle meraviglie: replica nazionale solo il 16 Maggio 2019 al cinema Lumière di Ragusa

Orari: 18:30 e 21:30

Prenotazioni posti al numero ]39.0932.682699 - in giorni e orari di chiusura chiamare il numero +39.349.2249680;
Prezzi: Intero: € 10 - Ridotto (studenti, residenti fuori Ragusa città, militari, under 10, over 65) : € 8,00
Solo al raggiungimento di un numero consistente di prenotazioni si procederà all'assegnazione dei posti numerati su pianta.

Il primo viaggio cinematografico attraverso le sale, le storie e le emozioni di uno dei musei più visitati del mondo, che con un tesoro di 8000 opere d’arte incanta ogni anno quasi 3 milioni di visitatori a Madrid.

Con la partecipazione straordinaria del Premio Oscar® Jeremy Irons

La fantasia abbandonata dalla ragione genera mostri impossibili; unita ad essa è madre delle arti e origine delle sue meraviglie. _Francisco Goya

Leggi tutto: Il Museo del Prado, a Ragusa (Lumière)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 6 maggio 2019 – Un dentista affermato, un venditore di auto e una moglie insoddisfatta. Sono questi i tre protagonisti di ‘Camere con crimini’, commedia brillante portata in scena domenica sera al teatro Don Bosco di Ragusa, per la regia di Salvo Giorgio, con gli attori ragusani Carmen Frasca, Salvo Paternò e lo stesso Salvo Giorgio.

Una rappresentazione teatrale dalla trama rosa e dai risvolti noir, in quanto si alternano situazioni romantiche a complotti per togliere di mezzo uno dei tre protagonisti e questi complotti coincidono con tre diverse festività dell’anno: Natale, Festa dell’Indipendenza americana e Capodanno, e hanno luogo in tre distinte camere del medesimo albergo.

«È stato divertente impersonare il ruolo dell’amante – ha commentato Salvo Giorgio, attore e regista della commedia –. Si tratta di una rappresentazione teatrale difficile da collocare in un solo stile, perché oltre ad essere brillante, per la presenza di equivoci e situazioni tragicomiche, la cui trama cela una sottile venatura noir, con intrecci, intrighi e misteri. Uno spettacolo sicuramente divertente, che si riallaccia al tradizionale humor anglo-americano, cinico e sarcastico».

«Io interpreto il marito cornuto, – è il commento divertito dell’attore Salvo Paternò –. Camere con crimini è un progetto a cui tenevo molto, soprattutto avevo voglia di lavorare insieme a Salvo Giorgio e Carmen Frasca, due attori bravissimi, e portare in scena questa commedia brillante, in cui uno degli autori è proprio Ron Clarck, autore della ‘Vendetta della Pantera Rosa’».

«Una donna con tanti grilli per la testa è il ruolo che interpreto in questa commedia,  – aggiunge ironicamente l’attrice Carmen Frasca –. Una donna che ha voglia di sperimentare e di provare esperienze nuove, commettendo errori e birbanterie. Perché vedere questo spettacolo? Perché ci siamo divertiti noi in primis, nell’interpretare questi personaggi, un po' pazzi, un po' fuori le righe, ma molto coinvolgenti».

 

Lucia Nativo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

25 aprile - 1 maggio

Dal  25 aprile al 1° maggio: "Cosa ci dice il cervello" Commedia, di Riccardo Milani

orari

Orari 18:30 e 21:30, Tutti i giorni escluso lunedì 29 aprile

29 aprile

Lunedì 29 aprile: Presentazione del film "Il comandante Barbato"

Presentazione del film "Il comandante Barbato", con Andrea Tidona – Organizzato dalla Cgil di Ragusa. Ingresso libero (Per i dettagli dell'evento contattare la Cgil di Ragusa)

Leggi tutto: Lumière Ragusa: Cosa ci dice il cervello e Il...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Arriva il “Jazz Cool” di Dino Rubino in quartetto alle Quam di Scicli. Sabato 13 aprile alle 21 un concerto tra jazz, swing le origini della West Coast 

 

Scicli, 12 aprile 2019 – Sabato 13 aprile alle 21.00 torna Dino Rubino sul palco delle Quam per “Lo Spettacolo del Jazz”. 

Il grande trombettista e pianista siciliano, con alle spalle diversi dischi, porta a Scicli il progetto “Cool”, dove la sua tromba guiderà un quartetto composto anche da Rino Cirinnà (sax tenore), Giuseppe Mirabella (chitarra) e Nello Toscano (contrabbasso). Dopo i ritmi brasiliani di Alfredo Paixão, questo progetto invece renderà omaggio alla musica che nacque nella west coast e che prese il nome di “cool jazz”. Temi quasi cameristici e ricchi di contrappunto che non trascurando la matrice fondamentale del jazz, si spingeranno a toccare lo swing, l’improvvisazione e l’interplay. 

Dino Rubino, classe 1980, è un talento eclettico che è passato dal pianoforte alla tromba, con successo invidiabile, per poi tornare al profondo studio del pianoforte, con un progetto e un disco dedicato, per poi ancora tornare alla tromba in lunghe collaborazioni con artisti come Francesco Cafiso e anche Paolo Fresu, con cui ha diversi gruppi e ha inciso diversi dischi. Inutile elencare i tanti festival in tutto il mondo in cui è stato invitato a suonare, e i tanti progetti incisi da diverse etichette di diversi paesi, dalla Francia al Giappone. 

Dopo il primo sold out di Paixão sabato scorso rimangono ancora pochi posti per Dino Rubino ed è dunque consigliata la prenotazione. 

 

Lo Spettacolo del Jazz 2019: Quam Scicli 6 aprile / 1 maggio 2019 a cura di Alberto Fidone.

 

Info: Quam Scicli via Mormino Penna 79, tel. +0932.931154 

Orari concerti 21.00 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   www.vienote.it 

 

23 4

Altri articoli...

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry