fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 8 maggio 2019 – Le promesse della squadra Biancoverde sono state mantenute: la Passalacqua Ragusa vola in gara 4, dopo aver battuto Famila Schio, nel match disputato ieri sera al Palaminardi, valido come gara 3 della finale scudetto.

Una partita difficile e molto sentita, non solo per il quintetto ragusano, ma anche per tutti i tifosi e simpatizzanti delle Aquile che si sono presentati numerosi al palazzetto per assistere a quella che si è rivelata una gara mozzafiato, dal primo minuto di gioco all’ultimo.

Già nel primo quarto la formazione ragusana, formata inizialmente dal quintetto Kuster, Hamby, Harmon, Consolini e Soli, ha sfoderato da subito grinta e determinazione. Infatti, nonostante le avversarie non abbiano mai allentato il loro ritmo, la Passalacqua ha chiuso il primo quarto con un vantaggio di tre punti.

Stessa determinazione negli altri tre quarti, cercando di mantenere una certa distanza da Schio e la lucidità necessaria per evitare di commettere errori.

La squadra Biancoverde ha chiuso dunque gara 3 con il risultato di 67- 62, accorciando le distanze nella serie e portandosi sul 2-1.

“È stata una gara difficilissima, ma le ragazze sono state grandiose”, commenta a caldo Gianni Recupido, coach della Passalacqua Ragusa. “Abbiamo lottato su ogni palla, e nonostante Schio in diverse situazioni ci abbia messo in difficoltà, siamo stati bravi a chiuderla in vantaggio”.

Ora occhi puntati a domani sera, quando le Aquile torneranno sul parquet del Palaminardi per affrontare nuovamente Schio, match valido come gara 4 finale scudetto. 

Lucia Nativo


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry