fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Siracusa, 21 novembre 2015 – È una sfida tutta nuova quella lanciata, oggi all’Ippodromo del #Mediterraneo, da Kylach Me If  u Can nei confronti di Traditional Chic. 

Alla prima uscita siracusana, sono loro a dividersi il podio del Premio Portiere di Notte, prove centrale del convegno di #galoppo. 

L’inglese allievo di Gianpaolo Vizzini, dall’ingresso in dirittura di arrivo minaccia dall’esterno il battistrada Comet Grey.

Intanto, ai 200 metri dal palo, avanza minaccioso dall’esterno Traditional Chic, incoraggiato dalla monta di Mariolino Esposito. 

Qui il gioco si fa duro. Antonio Cannella, in sella a  assume il comando della gara. Non gli dà, però, tregua Traditional Chic che vuole debuttare con lode, combatte la sua guerra fin sul palo allorquando si accorge, però, che deve deporre le armi. 

Sul carro dei vincitori sale anche Red Jo, che replica il recente terzo posto in condizionata: a lei va riconosciuto, quantomeno, il merito di aver diferso la forma locale. Dinasty D’ Or, intanto fa tris. In strepitosa forma e in ottimo feeling con Giuseppe Cannarella, da un capo all’altro risolve la prova di apertura riservata ai giovanissimi. 

Il giovane Jockey gradua a piacimento 1200 metri della pista piccola, previsti per il Premio Fano, e sul finire di gara controlla il timido attacco di Nerval.

Giunge, poi, per la terza piazza il rientrante Prince Duck.

Per chiudere in bellezza, raddoppia in giornata il team Cuschieri-Vizzini-Cannella,andando  a segno con Gremiso nella vendere per anziani, quarta prova del palinsesto.

 

#ippica #sport


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry