fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 7 giugno 2015 – Non si fermano le attività legate al progetto “Un Mare d’Ambiente”, realizzato dall’Associazione Legambiente “Il Carrubo” di Ragusa in collaborazione con Comune di Pozzallo, e supportate dal Ministero della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Conclusa con esito positivo la prima fase del progetto, che prevedeva incontri di sensibilizzazione sul riuso e riciclo dei materiali considerati di scarto e laboratori creativi per la creazione di oggetti da materiale normalmente considerato come rifiuto.

Gli incontri ed i laboratori hanno coinvolto un numero altissimo di alunni, appartenenti sia all’Istituto “La Pira” che ad Istituti Comprensivi e Circolo Didattici del Comune rivierasco. Si stima che dagli inizi del mese di Marzo siano state coinvolti più di tremila discenti di varie età (che rappresentano i beneficiari diretti del progetto).6

Grande entusiasmo e partecipazione è stata registrata da parte dei ragazzi coinvolti, che hanno anche interagito attivamente con gli organizzatori del progetto negli appositi spazi sui social networks.

“Questi laboratori sono stati molto interessanti perché mi hanno fatto capire il valore delle cose”, dice un alunno dell’I.C. “Antonio Amore”, “Ogni oggetto che buttiamo con facilità può avere invece una seconda vita”.

Ma le attività non si fermano qui. Dopo incontri programmatici con i responsabili del Centro Diurno Disabili a partire da giorno 10 Giugno si svolgeranno dei laboratori analoghi con gli ospiti del centro per la durata di un mese.

I referenti del Centro, infatti, che tali laboratori possano influire positivamente nello sviluppo delle capacità creative degli adulti frequentanti il centro.

“Questo percorso, così come è stato impostato, dimostra che le attività legate all’ambiente hanno risvolti importanti nella società civile ed è necessario che tali dinamiche non vengano innescate solo sporadicamente ma facciano parte di un percorso programmato insieme alle Istituzioni”, dice il Presidente del Circolo di Legambiente “Il Carrubo” dott. biol. Antonino Duchi.

Dal 15 Giugno, inoltre, partiranno i laboratori estivi pomeridiani presso lo Spazio Cultura “Meno Assenza”. Tali laboratori sono aperti a ragazzi e genitori e permetteranno di sviluppare le capacità creative dei partecipanti tramite la realizzazione di opere ed installazioni in materiale riciclato.

Tali opere verranno poi esposte nella “Mostra del Riuso” che ti terrà a Settembre presso lo Spazio Cultura.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione (in quanto le attività sono a numero chiuso) che potrà essere effettuata contattando l’Associazione tramite la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tramite la pagina Facebook “UN MARE D’AMBIENTE”. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry