fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Instagramers Siracusa invade Sortino con smartphone, curiosità e tanti sorrisi

 

#Sortino, 22 dicembre 2015 – La community Instagramers Siracusa è nata esattamente un anno fa. Una sfida per la città e per i ragazzi che hanno deciso di prendersene cura e di raccontare il territorio attraverso la fotografia social, usando #Instagram per dar vita a un gruppo di ambasciatori volontari della propria terra.

Un anno ricco di iniziative ed eventi, online e offline. Da “People of Syracuse”, la mostra che voleva raccontare Siracusa attraverso i volti delle persone che la vivono, a “Noto in fiore”, durante l’Infiorata nella capitale del Barocco. Dalla riscoperta delle origini di Lentini con “Leontino Itinerante”, all’iniziativa “Sole di Ognina” per diffondere tra i cittadini la consapevolezza sull’importanza della salvaguardia della nostra costa. Ma anche momenti di convivialità, come una “Cena in Bianco” sopra il parcheggio Talete per condividere un pasto circondati da un’atmosfera magica. Tutti rigorosamente in bianco. 

Un anno festeggiato domenica scorsa a Sortino, uno dei gioielli dei monti Iblei, con il primo compleanno di Instagramers Siracusa in grande stile: 40 persone tra i 5 ai 50 anni, tutti armati di smartphone, hanno pacificamente invaso il centro storico, scoprendo la sua ricchezza architettonica e ripercorrendo le origini dei mestieri tradizionali. La visita “A casa do' fascitraru” ha svelato i segreti degli antichi apicoltori, grazie alle curiosità e agli aneddoti raccontati da Maria Cettina Giuliano, mentre Gioacchino Bruno ha svelato in anteprima il progetto di un antiquarium sortinese che ospiterà reperti provenienti da Sortino.

Pausa pranzo obbligatoriamente a base di pizzolo, scrocchiarelle e vino ibleo, immersi nella natura incontaminata della Valle dell’Anapo grazie all’ospitalità offerta dall’agriturismo Sacre Pietre. Ma che compleanno sarebbe senza torta? Anche in questo caso i sapori siciliani hanno vinto con una Don Camillo, torta storica della Pasticceria Brancato di Siracusa, con cui gli Instagramer hanno fatto il pieno di dolcezza.

 

La giornata ha prodotto risultati importanti, non solo in termini di riscoperta  della storia, delle bellezze naturali e architettoniche e della cultura della cittadina iblea, ma anche sui social: solo su Instagram sono state 132 le foto pubblicate con gli hashtag ufficiali scelti per l’iniziativa - #sortinomeet #1annoigerssiracusa - più di 10 mila i like e 500 commenti. Una pubblicità a costo zero per il territorio che ha raggiunto circa 50 mila persone, per un totale di 180 mila impression.

 

“È stato un anno ricco di emozioni, sfide e traguardi importanti – dichiarano i local manager di Instagramers Siracusa, Federica Miceli e Massimo Tuccitto – Vogliamo continuare a diffondere questa forma di promozione del territorio che grazie ai social network diventa un racconto collettivo della popolazione locale. Noi siamo i primi sostenitori della nostra terra. L’incontro a Sortino non è però l’ultimo appuntamento dell’anno. Noi siamo attivi online ma anche e soprattutto offline, e vi aspettiamo a Capodanno in piazza Duomo per festeggiare insieme l’inizio di uno splendido 2016”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry