fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Libri
Libri
Libri
Libri

Scicli, 8 marzo 2019 – Tradizionale appuntamento con l’arte al femminile per l’8 Marzo al Movimento “Vitaliano Brancati” di Scicli (via Aleardi): Venerdì 8 alle ore 19:30 inaugurazione della mostra personale di Chiara Manenti, in  arte Machi. 

Presentazione di Elisa Mandarà. 

L’esposizione si può visitare tutti i giorni feriali dalle 17 alle 20 e resterà aperta fino al 7 aprile. Ingresso libero.

 

***

Continuano anche le “Conversazioni a Scicli” del Brancati: Domenica 10 Marzo alle 18:30 sarà la volta di Davide Camarrone, che dialogherà presso i locali del Circolo (v. Aleardi, Scicli) con Giuseppe Pitrolo sui libri “Lampaduza” (Sellerio) e “Tempesta” (Corrimano).

Davide Camarrone (Palermo, 1966) è giornalista e scrittore. Ha iniziato l’attività alla metà degli anni '80 collaborando a L'Ora; ha lavorato nei primi anni '90 all'ufficio stampa de "La Rete". Nel 1995 è stato assunto da L'Italia settimanale, diretto da P. Buttafuoco. Dal 1999 lavora alla Rai come redattore della TGR.

I suoi primi saggi sono “La Malaitalia” (1991), “La Rete” (1992) e “Fiele” (1992).

L'esordio narrativo è il giallo "Lorenza e il Commissario" (Sellerio,2006).

E’ l’ideatore e il direttore artistico del “Festival delle Letterature migranti” (Palermo).

Lampaduza” è un diario reportage sulla più grande migrazione della storia, vista dall'Isola che in questi anni ha accolto migliaia di persone.

Tempesta” è la riscrittura in prosa e la riattualizzazione della “Tempesta” di Shakespeare.

 

Domenica 17 Marzo, poi, sarà la volta di Massimo Maugeri (l’ideatore del blog letteratitudine), che presenterà il romanzo “Chi è Cetti Curfino?” (La nave di Teseo).

Presso il “Brancati”, inoltra, continua la mostra di Machi (Chiara Manenti).

 

Giuseppe Pitrolo


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry