fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Modica, 2 febbraio 2020 – Sarà dedicato all’artista catanese Francesco Cusa il IX appuntamento del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, che si terrà alle ore 17,30 al Palazzo della Cultura il prossimo 8 febbraio nel quadro della Stagione culturale 2019-2020 del circolo culturale modicano.

La serata, che sarà coordinata dalla poetessa Antonella Monaca, vedrà la presentazione del libro di Cusa dal titolo "Il surrealismo della pianta grassa”, edito da Algra Editore.  

L'inconrto, che vedrà il saluto dell’Editore Alfio Grasso, si snoderà in una conversazione con l’autore a cura del Presidente del Caffè Quasimodo, Domenico Pisana, e sarà arricchita dalla voce recitante di Alice Ferlito, e da intermezzi musicali. 

«Francesco Cusa, batterista, compositore e scrittore – ci dice Domenico Pisana – ha conseguito la Laurea al DAMS di Bologna nel 1994. Ha collaborato con artisti provenienti da varie parti d’Italia e il suo percorso artistico lo ha portato a suonare, negli anni, in Europa, America, Asia e Africa. Da sempre interessato all’interdisciplinarità artistica, è anche scrittore di racconti, romanzi e poesie ed ha pubblicato diversi articoli di musicologia e di critica cinematografica presso molte riviste specializzate. Nel corso della sua carriera ha realizzato numerosi lavori di creazione e sonorizzazione di musiche di film, teatrali, letterari, di danza e di arti visive. La sua presenza a Modica, nell’ambito di un suo tour, prosegue Pisana, sarà un vero momento di confronto su tematiche poetiche, narrative, artistiche e musicali, essendo l’autore uno scrittore versatile che sa leggere la storia con occhio critico e lucida capacità di analisi».

 

s. m.

Modica Locandina  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry