fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ragusa, 16 febbraio 2020 – Il professor Giorgio Flaccavento è stato eletto Presidente della Società Ragusana di Storia Patria. Con il preside ragusano sono stati eletti anche due vice presidenti, Carmelo Arezzo e Giancarlo Poidomani, nella riunione del 15 febbraio 2020; nella stessa sono stati eletti il segretario Saro Distefano, il tesoriere pro tempore Daniele Pavone e il coordinatore del comitato di redazione della rivista “Archivio storico Ibleo”, Uccio Barone.

Completano il Consiglio Direttivo: Giovanni Distefano, Domitilla Occhipinti, Mariano Pepi, Giorgio Veninata, Santo Burgio e Paolo Nifosì.

Il Comitato di redazione della rivista “Archivio storico ibleo” sarò formato da Peppe Pitrolo, Santo Burgio, Marco Rosario Nobile, Giovanni Distefano, Paolo Nifosì, Giuseppe Cultrera e Luigi Lombardo.

È stata creata anche una Redazione social che si occuperà del sito web e delle pagine Facebook e Twitter della Società, coordinato dal social manager Salvo Miccichè e composto da Marcella Burderi, Daniele Pavone e Stefania Fornaro.

Nella riunione del Consiglio Direttivo della Società Ragusana di Storia Patria servita a eleggere i dirigenti, è stato stilato anche un primo programma di attività, a cominciare ovviamente dalla pubblicazione – cartacea – della rivista “Archivio storico ibleo” in due numeri l’anno (il primo sarà distribuito già nel prossimo mese di giugno).

Programmato anche un momento di studi per ricordare la figura dello scomparso professore Filippo Garofalo che, nel 1993, fu uno dei fondatori della Società, allora con profilo esclusivamente cittadino mentre l’attuale aspira chiaramente ad un ambito di ricerca ampliato all’intero sud-Est siciliano. Previsto anche un appuntamento convegnistico per ricordare il bicentenario delle rivolte del 1820 in Sicilia e in particolare nel Sudest.

Intanto, ieri a Scicli, al Caffè Letterario Brancati di Via Aleardi, è stato presentato, a cura proprio della Società Ragusana di Storia Patria e del Movimento Brancati (in collaborazione con Banca Agricola Popolare di Ragusa, Fondazione Confeserfidi, Ondaiblea e Carocci Editore) il nuovo libro di Salvo Micciché e Giuseppe Nativo, La Sicilia dei Micciché, Carocci Editore, 2019 che ha inaugurato la serie di iniziative culturali della Società.

 

Saro Distefano

 Ragusa


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry