fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ragusa, 17 febbraio 2020 – Con l’accoglienza di questa mattina presso il complesso scolastico “Diodoro Siculo” all’Istituto Comprensivo “Berlinguer” di Ragusa si è dato il via alle tre giornate dedicate ad Erasmus+, un progetto che è stato avviato negli anni passati con visite incrociate di insegnanti italiani e stranieri alle scuole partecipanti.

Questa mattina la dirigente scolastica Ornella Campo, la referente Marinella Pitino, le insegnanti e l’assessore comunale Giovanni Iacono hanno dato il benvenuto a un nutrito gruppo di insegnanti provenienti da Polonia e Lithuania. Ad accoglierli erano anche alcuni genitori, invitati dalla scuola a prendere visione del progetto, mentre i ragazzi intonavano l’inno nazionale sventolando bandierine italiane, polacche e lithuane. Un bel momento di condivisione, e alcune insegnanti che l’anno scorso erano già state a Ragusa con altri di Spagna, Grecia, Irlanda, sono state felicissime di ritrovare amici e non solo colleghi. È anche questo che Erasmus vuol essere: un progetto di amicizia internazionale.

Per meglio rappresentare ai lettori i momenti in cui consiste il progetto (in particolare la metodologia T.O.C. e la «mediazione tra pari», ma anche altri aspetti di applicazione del Problem solving) e come si svolgerà nella scuola ragusana, pubblichiamo qui sotto il “welcome message” e la relazione curata dalla dirigente e dalla prof. Marinella Pitino.

Nei pomeriggi di oggi e dei due giorni seguenti ci saranno anche momenti culturali alla scoperta di Ragusa, in particolare Ibla, e Donnafugata, con visite guidate.

Il “Berlinguer”, come ha sottolineato la dr. Ornella Campo, è sempre stato un istituto all’avanguardia in questo senso e i risultati sono visibili. Anche l’assessore Iacono ha sottolineato l’impegno del Comune di Ragusa a collaborare con le scuole in questa prospettiva moderna, tecnologica, nuova, internazionalista, «nell’ambito di una Comunità Europea di cui non possiamo non essere protagonisti», come ha affermato. Grande l’apprezzamento dei genitori che, in delegazione, hanno partecipato all’accoglienza e ai nostri microfoni si dichiarano entusiasti e orgogliosi del lavoro svolto dal corpo docente, con elogi a insegnanti e personale scolastico che ha preparato tutto con impegno e dedizione.

Ragusa che ospita Polonia e Lithuania, oggi fa sperare in un mondo di pace e serenità, nonostante i tanti problemi internazionali che preoccupano; siamo fiduciosi che i ragazzi, anche da questa esperienza, possano apprendere che solo la collaborazione salverà il mondo, ed Erasmus+ è un modo per affermare questo concetto fondamentale.

Salvo Micciché  

 

***

Welcome message

«It is with real pleasure that I offer you a warm welcome in Italy, Sicily, Ragusa and my school. With great pride we begin this new experience involving teachers, students and parents from different countries. I strongly believe that, this experience will be unique and innovative and that it, will make us all grow professionally and in relationships. I am sure that we will have great results and that we will be able to work together in the interest of the school communities we represent».

Ornella Campo, school master

 

Oggi 17 febbraio 2020 diamo ufficialmente avvio alle azioni previste dal progetto Erasmus- KA201 “Impeus T.O.C” – 2019/2021.

Si tratta di un partenariato strategico che vede coinvolti, in qualità di coordinatore la scuola Lokomotywa”, proveniente dalla Polonia e in qualità di partner, oltre l’Istituto Comprensivo Berlinguer di Ragusa, l’Associazione “Anyksciai Education Authority” leader per la formazione e la qualificazione degli insegnanti, dei membri degli istituti di istruzione e delle altre comunità nazionali della Lithuania. L’intero percorso è ispirato alla Teoria dei vincoli (Theory of Constraints, nota come T.O.C.) di cui Goldratt, genio del management aziendale è considerato l’ideatore.

La teoria è basata  su un concetto molto semplice, ossia la consapevolezza che l’anello debole di una catena determina la debolezza complessiva della catena stessa.

Nel corso degli anni e su diversi settori, questa teoria è andata affinandosi nella continua ricerca di strumenti d’analisi per realizzare processi di miglioramento continui. Nel 1995 la fondazione Goldratt, senza scopo di lucro, si pose l’obiettivo di diffondere la conoscenza della T.O.C. nel mondo dell’istruzione. Da allora più di 30 paesi nel Mondo applicano questa  metodologia nelle scuole e nelle università; l’Italia non figura ancora tra i paesi coinvolti.  

Il progetto Erasmus  “IMPETUS –TOC”  propone  di far sperimentare questa metodologia agli studenti del primo ciclo di istruzione attraverso un percorso  che prevede prima  la formazione di parte del personale docente dell’Istituto Comprensivo Berlinguer,  attraverso l’azione incisiva di partner  già esperienti, e in seguito il coinvolgimento attivo degli studenti, anche attraverso una mobilità, e dei genitori. Il progetto Erasmus prevede che nell’arco delle due annualità, nelle scuole primarie dei paesi partner coinvolti, il metodo TOC venga applicato su argomenti curricolari concordati e su classi parallele, al fine di sviluppare negli studenti il pensiero critico ma anche abilità come il problem-solving, l’empatia,  le relazioni interpersonali, la capacità di riconoscere e nominare propri bisogni e quelli degli altri e le tecniche per gestirele emozioni attraverso la  mediazione. Tra le azioni previste un grande interesse riveste, infatti, l’attenzione ai processi di mediazione quale   percorso formativo finalizzato all’aiuto degli studenti e degli adulti per risolvere i conflitti diventando sempre più consapevoli ed esperti.

L’innovazione riguarda l'introduzione, nel percorso curricolare, della “mediazione tra pari” assegnando agli studenti il ruolo di “mediatori” attraverso la pratica o l’azione simulata prevista, ad esempio, dagli studi di caso. L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare negli studenti la responsabilità per il loro comportamento sostenendoli nella comprensione  dei rapporti con “l’altro” e nel rispetto del punto di vista altrui sviluppando in tal modo competenze trasversali e soft skills come previsto dalle nostre Indicazioni Nazionali e dal Profilo dello studente.

La T.O.C. e la mediazione tra pari forniscono agli insegnanti e agli studenti input significativi per sviluppare abilità di problem-solving, di supporto al processo decisionale, alla gestione del tempo, al lavoro di squadra, e alla visione olistica dei problemi in  risposta alle richieste delle sfide del XXI secolo.

Il Parlamento europeo ritiene che le istituzioni educative non possono permettersi di trascurare l’educazione integrale dei loro studenti, e ha preso atto che la padronanza delle competenze trasversali permette loro di affermarsi come cittadini attivi; Il progetto Impetus-TOC, si inserisce perfettamente in queste raccomandazione combinando insieme in modo equilibrato esperienze di apprendimento formale, non formale e informale. Nell’arco dei biennio saranno realizzati, sulla scorta dell’esperienza maturata, materiali pedagogici e didattici per insegnanti, studenti e genitori quali un manuale TOC per la scuola primaria, un “Fairytale” prodotto direttamente dai trenta studenti coinvolti nella  mobilità in Lithuania  (10 per ciascun partner del progetto), un “Parents handbook” per i genitori degli alunni; e prevista, infine una Conferenza Internazionale che sarà ospitata a Ragusa e che vedrà la partecipazione di alti esponenti giapponesi leader nel settore di applicazione della Theory of Constraints nei sistemi di istruzione  e di educazione.

Marinella Pitino

 

***

Questo è il comunicato del Comune di Ragusa del 18 febbraio 2020

 

Il Comune presente all’avvio del progetto Erasmus KA201 “Impetus T.O.C.”  di cui è partner l’istituto comprensivo “Berlinguer”

L'Assessore alla pubblica istruzione, Giovanni Iacono ha preso parte nei giorni scorsi  presso l’istituto comprensivo “Berlinguer” ad uno dei coinvolgenti momenti didattici  degli studenti,  insegnanti e  famiglie della scuola  che partecipa al progetto Erasmus KA201 “Impetus T.O.C.” che coinvolge Italia, Polonia e Lituania. Un partneriato strategico ispirato alla Teoria dei vincoli (Theory of Constraints), meglio nota come T.O.C. che prevede la partecipazione dell’Associazione “Anyksciai Education Authority “, leader per la formazione e la qualificazione degli insegnanti e dei membri degli istituti di istruzione e delle altre comunità nazionali della Lithuania.

Dopo la presentazione del progetto da parte  della dirigente scolastica Ornella Campo è intervenuto Giovanni Iacono, nella doppia veste di assessore alla pubblica istruzione e di metodologo. Oltre a dare il benvenuto a Ragusa alle insegnanti Polacche e Lituane, l’assessore si è detto certo della capacità della teoria dei vincoli di innescare un forte cambiamento nelle organizzazioni. L’amministratore comunale ha elogiato il lavoro svolto da tutta la scuola e la lungimiranza della dirigente Campo che consentirà alla “Berlinguer” di vivere un’esperienza, unica ed innovativa, coordinata dalla scuola polacca “Lokomotywa”, con il coinvolgimento di studenti, docenti e genitori dei tre paesi europei in un percorso formativo finalizzato all’introduzione, nella pratica didattica, della metodologia innovativa T.O.C. 

Il progetto si propone di far sperimentare questa metodologia agli studenti del primo ciclo di istruzione attraverso un percorso che preveda in primo luogo la formazione di otto docenti dell'Istituto comprensivo “Berlinguer”, attraverso l'azione incisiva di persone già esperte partner ed il coinvolgimento attivo degli studenti e dei genitori. Il percorso didattico prevede che nel corso di due anni, nelle scuole primarie dei paesi partner coinvolti, il metodo TOC possa essere applicato su argomenti curriculari concordati e su classi parallele, al fine di sviluppare il pensiero critico negli studenti ma anche abilità come risoluzione di problemi, empatia, relazioni interpersonali, capacità di riconoscere e nominare i propri bisogni e quelli degli altri e tecniche di gestione delle emozioni attraverso la mediazione. Saranno inoltre prodotti materiali pedagogici ed educativi per insegnanti, studenti e genitori come un manuale TOC per la scuola primaria, una "favola" prodotta direttamente dai trenta studenti coinvolti nella mobilità in Lituania (10 per ogni partner del progetto) ed un "Manuale dei genitori" per i genitori degli alunni. 

A conclusione del percorso è prevista l’organizzazione di una conferenza internazionale a Ragusa che vedrà la partecipazione dei principali esponenti giapponesi della Teoria dei vincoli nei sistemi di istruzione. 

***

 

A parte la galleria fotografica di questo articolo, un intero réportage di Salvo Micciché è visibile nella pagina Facebook di Ondaiblea.it (a questo link).

 

 

Grazie all'Erasmus insegnanti polacche e lituane ammirano Donnafugata


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry