fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Argomento: Archeologia
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Modica, 21 settembre 2020 — Giornata europea della cultura ebraica: il prossimo 10 ottobre sarà  celebrata a Modica presso il Museo Civico "Franco Libero Belgiorno" con l’esposizione Modica Antica e le comunità ebraiche.  I cimiteri (V-VI sec.  dell’era volgare).

«Sarà una esposizione documentaria con foto e disegni delle tombe scoperte nelle località Gesira», dice l’archeologo prof. Giovanni Di Stefano,

Scalarangio e Cava Grande dove sono incisi dei simboli della religione giudaica: la menorah, lo shofar ( il corno di lontane), la lulav (il ramo di palma) e la chanukkiah (il candelabro a nove bracci).

Sarà così possibile ammirare andando al Museo di Modica queste splendide e rare incisioni rupestri grazie ad una documentazione fotografica e grafica di grande effetto.

«Modica, assieme a Palermo, Siracusa e Trapani, sarà  fra  le  città  siciliane che hanno aderito all' iniziativa promossa dall'Unione delle Comunità  ebraiche dell' Italia – ha dichiarato l’Assessore Maria Ministeri –. Infatti il nostro Museo Civico, al Palazzo della Cultura, ospiterà una documentazione archeologica in sintonia con il tema della giornata: ‘Dialoghi’».

Il coordinamento generale dell’esposizione si deve alla Direzione del Museo Civico (direttore onorario Giovanni Di Stefano) che ha comunicato che l'esposizione sarà visitabile domenica 10 ottobre dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

I pannelli dell’esposizione saranno in esposizione anche nelle settimane successive per permettere la visita delle scuole.

«L’esposizione sarà poi conclusa – ha detto il prof.  Giovanni Di Stefano – da una conferenza del Prof.  Nicolò  Bucaria , esperto mondiale di antichità  giudaiche».

Molto ricca la documentazione grafica dell’esposizione, a cura di Giuseppe Libra, quella fotografica a cura di Domenico Gentile e le schede descrittive a cura di Angelica Ferraro.

 

s. m.

Giovanni Di Stefano  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry