fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 12 dicembre 2016 – Quasi una festa, l’inaugurazione della nuova sede del Brancati, ieri sera al Torrente Aleardi.

L’occasione soprattutto di rivedere insieme il Gruppo di Scicli, in una mostra di opere recenti, per la Collettiva di Fine Anno. A fare gli onori di casa i curatori della mostra: Elisa Mandarà, Paolo Nifosì, Carmelo Candiano, Tina Causarano unitamente ai tanti soci del Movimento culturale. Saluto del Sindaco Enzo Giannone, che ha ribadito l’interesse per il Quartiere, continuazione naturale del percorso di Via Mormina Penna. Quindi le annotazioni di Giuseppe Pitrolo, Mandarà e Nifosì sui contenuti della mostra, rapportabili – come sempre – alla persistenza della figurazione nella scelta artistica degli otto pittori presenti.

Tanti i visitatori arrivati dai Centri vicini, anch’essi legati alla vita e all’attività del Brancati (graditi i tanti complimenti per la location di Palazzo Susino). Oltre ai quadri, una larga esposizione di cataloghi e libri dedicati al “Gruppo”, negli anni stampati in tante parti d’Italia.

La mostra si può visitare tutti i giorni dalle 17,00 alle 20,00 fino al 14 gennaio 2017. (foto di Giovanna Autieri).

 

Il Giornale di Scicli


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry