fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Libri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Autore: Carlo Ruta
Editore: Edizioni di storia e studi sociali
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Modica, 23 luglio 2019 – Nello splendido scenario del medievale chiostro di Santa Maria del Gesù, a Modica Alta, sabato 3 agosto 2019 alle ore 18:30 sarà presentato il libro di Carlo Ruta, “Teoderico. Il re barbaro che immaginò l’Italia” (Edizioni di Storia e Studi Sociali, 2019).

L’incontro con l’autore, saggista e storico del Mediterraneo, si articolerà in un dialogo con Giovanni Distefano (archeologo, direttore del Polo per i Siti culturali di Ragusa), Francesco Lucifora (direttore del CoCa archivio della biblioteca di Modica), Salvo Micciché (saggista e direttore editoriale della rivista Ondaiblea), Daniele Pavone (storico del territorio).

La conferenza è resa possibile dalla partecipazione di LAP (Laboratorio Autonomo Potenziale) e dal patrocinio del Comune di Modica. Sarà presente l'editrice Giovanna Corradini. L'ingresso è libero.

«Teoderico, re goto in Italia dal 493 al 526, si presenta come una delle figure più forti ed emblematiche dell’Europa tardo-antica. Attraverso la sua vicenda politica egli riesce a rispecchiare la complessità di un’epoca, di transito: disordinata, ambigua, travagliata da radicalismi ma percorsa anche da esperienze di convivenza etnica, di pluralità, di compostezza civile, di decoro urbano e di contagio religioso e culturale. Il re barbaro in questo sommovimento politico, sociale e culturale finì con il generare un modello di Stato che ambiva a spendere con lucida determinazione le eredità del passato mentre inaugurava un tipo di convivenza etnica originale: chiuso e tuttavia plurale, segnato da rigidi protocolli identitari ma in grado di generare, nel concreto delle cose, costumi condivisi», si legge nell’introduzione al volume».

 

Salvo Micciché

 

Altri articoli sul libro su Ondaiblea:

Presentato a Ragusa ‘Teoderico’ di Carlo Ruta. Domani a Palermo

Carlo Ruta presenterà "Teoderico" alla Libreria Paolino di Ragusa il 22 gennaio

Teoderico (di Carlo Ruta) presentazione a Siracusa 7 febbraio


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry