Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 6 giugno 2015 – Ieri, in occasione della celebrazione del 201° annuale della Festa dell’Arma dei Carabinieri tenutasi presso la caserma che ospita il Comando Stazione di Ortigia, il Comandante Provinciale, Colonnello Mauro Perdichizzi, ha tracciato il bilancio dell’attività operativa svolta dai Carabinieri dell’intera provincia di Siracusa nel periodo giugno 2014 – maggio 2015; un anno intenso, che ha visto costantemente impegnati tutti i presidi dell’Arma, dalle Stazioni ai reparti prettamente investigativi, capaci di raccogliere lusinghieri risultati e, soprattutto, soddisfare le richieste del cittadino offrendo alle comunità dell’intero territorio un modello di polizia di prossimità efficiente ed aderente alle esigenze della collettività, in grado di fornire risposte immediate alle diverse problematiche verificatesi.

Nel 2014 l’Arma dei Carabinieri di Siracusa ha proceduto per 11.076 reati, pari al 70% dei delitti verificatisi sull’intero ambito provinciale (15615), con un lieve incremento rispetto ai 10.956 del periodo giugno2013-maggio 2014), traendo in arresto 859 persone, con un incremento dell’8% rispetto al periodo giugno 2013 - maggio 2014 (790), e deferendone in stato di libertà 6565 (+ 3% rispetto alle 6390 del periodo giugno 2013 - maggio 2014). Per quanto attiene gli arresti, il Comando Provinciale di Siracusa ha evidenziato una costante ascesa che lo ha portato, ad essere, dapprima, la quarta realtà in ambito regionale (con 705 arresti nel 2012 e 740 nel 2013) dopo le province di Palermo, Catania e Messina, e quindi a divenire la terza forza a livello regionale, collocandosi per numero complessivo dietro le province di Palermo e Catania con 910 arresti effettuati nel 2014 di cui ben 718 (79%) sono stati eseguiti in flagranza di reato, valore indice di un costante, capillare ed efficace controllo del territorio assicurato da 20.621 pattuglie che hanno portato all’identificazione di 136.479 persone ed al controllo di 104.879 veicoli. Anche nell’anno in corso il trend dell’attività operativa consente di consolidare tale posizione confermando il Comando Provinciale di Siracusa dopo quelli delle due maggiori province isolane.

La delittuosità in provincia ha fatto registrare, per quanto attiene le più gravi tipologie di reato ad elevato allarme sociale per cui ha proceduto l’Arma, il seguente andamento:

• omicidi: sono stati commessi 3, stesso numero di quelli avvenuti nel periodo giugno 2013 – maggio 2014. Dei 3 omicidi 2 sono stati scoperti (omicidio di Ton Maria, classe 1978, verificatosi a Canicattini Bagni il 17 giugno ed omicidio di Vinci Alfio, classe 1942, commesso a Carlentini il 26 agosto), su uno proseguono le indagini (omicidio di Barbaro Antonino, classe 1947, commesso a Francofonte il 03 novembre);  

• estorsioni: sono state consumate 59 estorsioni, dato sostanzialmente analogo a quello registrato nel periodo giugno 2013 - maggio 2014 (in cui erano 60); 40 sono gli episodi scoperti pari al 68% delle estorsioni perpetrate;

• rapine: sono state commesse 98 rapine, con un decremento del 5% rispetto nel periodo giugno 2013 – maggio 2014 (103 casi) e con un aumento del 2% degli episodi scoperti;

• furti: il dato segna un lieve incremento rispetto al periodo giugno 2013-maggio 2014, con 5577 episodi delittuosi a fronte dei 5520. Tra le tipologie di furti, rimangono stabili quelli perpetrati all’interno di abitazioni e di esercizi commerciali; aumentano quelli perpetrati all’interno di auto in sosta (22%) e diminuiscono quelli di veicoli e mezzi (8%). Per contro, nello specifico ambito, l’attività dell’Arma ha fatto registrare un incremento del numero di arresti e denunce pari all’8%  rispetto al periodo giugno 2013 – maggio 2014;    

• truffe: in lieve calo con 462 episodi a fronte dei 465 verificatisi nel periodo giugno 2013 – maggio 2014;

• attentati incendiari: 122, dato analogo a quello registrato nel periodo giugno 2013 – maggio 2014;

• attentati dinamitardi: nessuno;

• danneggiamenti a mezzo arma da fuoco: 7 episodi rispetto ai 6 registrati nel periodo giugno 2013 – maggio 2014;

• stupefacenti: la produzione e traffico di sostanze stupefacenti è una tipologia di reato il cui andamento è strettamente connesso ai delitti che emergono grazie alla costante attività investigativa svolta nello specifico settore. Infatti a fronte di un aumento gli episodi di produzione/traffico e di spaccio al dettaglio perseguiti (+31%, 184 a fronte di 140 casi nel periodo giugno 2013-maggio 2014), vi è stato un incremento del numero di arresti/denunce pari al 34%. L’Arma di Siracusa ha proceduto al sequestro di quasi due tonnellate di stupefacente, in prevalenza marijuana, segnalando più di 280 assuntori alla Prefettura di Siracusa (fascia d’età 15 – 45 anni);

• armi: sono state tratte in arresto 17 persone e deferite 124, procedendo al sequestro  di 180 armi comuni da sparo; quasi triplicato il numero di munizioni rinvenute e sequestrate (2904 a fronte delle 892);

• violenza di genere (atti persecutori e maltrattamenti in famiglia): in recrudescenza il numero di episodi, specie durante i mesi estivi, con un incremento del numero di arresti operati dai Carabinieri (39, di cui 25 per maltrattamenti e 14 per stalking) e delle denunce in stato di libertà (46, di cui 32 per maltrattamenti e 14 per stalking). Il positivo risultato è frutto anche della stretta collaborazione avviata con un protocollo sottoscritto dal Procuratore della Repubblica con la rete di centri antiviolenza dislocati sul territorio, le cui puntuali segnalazioni sono state trattate con immediata attenzione dall’Arma, nonché della specifica attività formativa rivolta a Carabinieri opportunamente selezionati per la trattazione del tipico fenomeno delittuoso e della frequente partecipazione di personale dell’Arma in convegni e seminari a tema, conferenza negli istituti scolastici, per la divulgazione dei consigli su come prevenire o contrastare efficacemente la violenza di genere.  

 

Nel periodo giugno 2014 – maggio 2015 l’Arma di Siracusa ha profuso un particolare impegno a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in occasione di manifestazioni di carattere sportivo, religioso o connesse alle problematiche del mondo occupazionale, in un territorio caratterizzato dalle criticità del polo industriale e dell’indotto, svolgendo 2388 servizi specifici ed impiegando più di 4800 Carabinieri nel complesso. Il fenomeno dell’immigrazione clandestina ha visto i Carabinieri di Siracusa sin dall’inizio coinvolti nelle operazioni “Mare Nostrum” prima e “Triton” poi, supportati anche dai reparti dell’Organizzazione Mobile dell’Arma, inviati senza soluzione di continuità per coadiuvare l’Arma territoriale nella gestione degli sbarchi e nella vigilanza ai migranti ospitati nelle strutture di prima accoglienza. L’Arma di Siracusa è intervenuta su 104 sbarchi, procedendo all’identificazione di 33534 migranti ed al fermo di 103 scafisti di prevalente nazionalità egiziana, operando in costante sinergia con la locale Procura della Repubblica, con la Prefettura e con le altre FF.PP. e FF.AA..

      

Inoltre, particolare attenzione è stata rivolta al mondo della scuola, sia attraverso una serie di conferenze sui temi della legalità rivolte agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori, sia attraverso incisivi controlli volti a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, deferendo in stato di libertà quasi duecento genitori/esercenti la patria potestà responsabili di inosservanza dell’obbligo di istruzione dei propri figli minori. I controlli e le attività di formazione presso gli istituti scolastici della Provincia sono stati effettuati durante tutto l’anno scolastico 2014-2015, concentrandosi sui temi della legalità con la 7^ edizione del Concorso “Un Casco vale una Vita”, ideato e promosso dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa per diffondere fra i giovani la consapevolezza dell’uso del casco e l’osservanza dei comportamenti corretti alla guida, oltre a farli riflettere sulle principali tematiche della legalità attraverso una serie di conferenze al termine delle quali gli stessi ragazzi hanno realizzato sui temi trattati opere grafiche di pregio.    

 

***

Anche a Ragusa è stata celebrata la ricorrenza, presenti il Comandante, Colonnello Sigismondo Fragassi, gli ufficiali, i sottufficiali, i militari.

Riportiamo nei documenti allegati alcuni documenti inerenti la giornata.

 

***

I premiati a Ragusa

Appuntato Scelto. Marcello TETTI (Encomio Solenne del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri)

Appuntato Ciro NUZZO (Encomio Solenne del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri)

Appuntato Damiano SCOLLO (Encomio Solenne del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri)

Luogotenente Antonio MANISCALCO (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Maresciallo Capo Mario CORBASCIO (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Maresciallo Aiutante S. UPS. Giovanni MARTINEZ (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Maresciallo Aiutante S. UPS. Luigi MINARDA (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Maresciallo Capo Salvatore BARONE (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Maresciallo Capo Sandro Gianni MAGRO (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Brigadiere Capo Carmelo DI GRAZIA (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Vice Brigadiere Ignazio RUSSO (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Appuntato Scelto Claudio OTTONELLI (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia )

Carabiniere Giovanni GRIECO (Encomio Solenne del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri)

Appuntato Scelto Stefano SPATOLA (Encomio Semplice del Comando Legione Carabinieri Sicilia)

Appuntato Scelto Giovanni MERCORILLO (Encomio Solenne del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri) 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.